01/02/16

100% DESIGN: Xilo 1934

Xilo 1934
 


Decorare, personalizzare e  sorprendere; per fare tutto questo ci vuole un prodotto speciale, un prodotto 100% design.

Con il parquet Xilo1934, riconosciuto come perfetto prodotto "100% design", possiamo decorare i nostri interni con un pavimento in legno di alta qualità, personalizzandoli scegliendo il disegno che più rispecchia il nostro stile, per sorprenderci ogni giorno con le sue ricercate finiture.

Il decoro su pavimenti in legno e parquet è un'idea di Xilo1934 (marchio di Piemonte Parquet) che ha identificato un gruppo di noti designer ed ha chiesto loro di dare libero sfogo alla loro creatività ed intraprendenza per ideare motivi, immagini e disegno per impreziosire il più classico e naturale dei pavimenti e renderlo così un vero e proprio parquet d'autore. C'è chi ha scelto motivi geometrici, chi ha inserito immagini di oggetti concreti o grandi pennellate di colore come veri e propri tappetti e chi invece ha trasferito al parquet ad alcuni classici dei pavimenti ceramici, come si evince dalla penultima immagine.
Un'idea originale ed una tecnologia innovativa hanno permesso di raggiungere un risultato di grande design, in grado di assicurare un importante valore aggiunto al vostro pavimento e di conseguenza allo stile de vostri interni.
Nella gallery che segue trovate alcune immagini molto rappresentative, sul sito www.xilo1934.it ne trovate molte altre, oltre a tutti i dettagli e le informazioni che possono essere utili ad una vostra eventuale design selection.

#getinspired
 
Xilo 1934
 
Xilo 1934

Xilo 1934

Xilo 1934

Xilo 1934
 
Xilo 1934

 
Credit: xilo1934
 

25/01/16

LONDON CALLING. A family townhouse in London.

 Housetour
 
Qual è il pezzo di design che preferite tra i tanti presenti in questa abitazione londinese?
La Bubble chair appesa al soffitto? La sedia Tulip intorno al tavolo? Una comodissima Egg chair o la Barcelona in pelle bianca?
 
Una concentrazione di alto design in questa casa caratterizzata da una struttura classica e dettagli moto eleganti, un ambiente di grande classe. La ricercatezza dei materiali si nota in ogni minimo dettaglio che sottolinea sapientemente l'importanza e l'evidente valore storico dell'architettura dell'immobile.
 
Si respira una forte contemporaneità ottenuta con l'alternanza di elementi di design importanti e pezzi d'arredo molto classici oltre ad uno sfondo total white, ravvivato da pochi ma decisi tocchi di colore che, come pennellate d'autore, ravvivano l'opera.

#getinspired

Housetour

Housetour

Housetour

Housetour

Housetour

Housetour

Housetour



18/01/16

COME ARREDARE E ILLUMINARE LA ZONA TV


Abbiamo visto la settimana scorsa come scegliere il divano giusto in base a dimensioni e caratteristiche dello spazio living, ora possiamo pensare a come arredare ed illuminare la zona TV.
 
Solitamente si dedica un'intera parete alla zona TV, quelle di fronte al divano, e si cerca di sfruttarla nel migliore dei modi sia in termini di spazio contenitivo che di design. Che stile si preferisce innanzitutto? Minimal dove tutto è ritirato, ben nascosto e sistemato negli armadi, oppure un ambiente più vissuto, con magari una libreria a vista tutt'intorno alla TV? Definito questo punto sostanziale dire, le possibilità d'arredo sono svariate. Proviamo a definire alcune linee guida:
 
- mobile basso, posizionato centralmente rispetto alla parete, o disegnato su misura su tutta la lunghezza. Il mobile basso, completamente chiuso o con parti a giorno, resta una delle soluzioni più pratiche e più utilizzate perché permette di posizionare e nascondere, se necessario, tutti gli elementi tecnici, dai cavi alle varie consolle, che di solito non sono mai molto belle da vedere;
- televisione posizionata in appoggio sul mobile o appesa alla parete;
- televisione a scomparsa: se non si vuole avere la TV sempre in vista la si può "nascondere" dietro un'anta scorrevole nel mezzo di una libreria o, creando un sistema contentivo all'interno della parete stessa, magari realizzando una contro parete in cartongesso.
 
 
 
 
E per quanto riguarda l'illuminazione?
 
- per un effetto altamente tecnologico, si possono utilizzare fili di led a scomparsa;
- per stare sul minimal, meglio scegliere dei faretti incassati a soffitto; 
- per evocare uno stile piuttosto classico, un lampadario che scende da soffitto dà sempre un tocco deciso e imponente;
- per creare una zona accogliente, con una luce calda, più soffusa  e puntuale, meglio optare per una lampada da terra o da tavolo, posizionata a fianco della TV, da accendere solo quando necessario.
- per essere pronti a gestire qualsiasi situazione, per due fonti luminose combinate sono l'ideale - una lampada da tavolo ed una da soffitto ad esempio.
 
Una volta definito stile, struttura e posizioni, la scelta della lampada è il momento più bello! C'è un'offerta di lampade talmente vasta oggi sul mercato... dai materiali, che spaziano dal legno all'acciaio, dal vetro al tessuto, alle forme, sempre più innovative ma soprattutto pratiche e performanti che permettono di portare la luce in qualsiasi punto si voglia, ottenendo così soluzione ottimali per ogni particolare esigenza. Senza dimenticare il design... che siano a terra, da tavolo, da muro o da incasso, le lampade sono sempre più veri e propri oggetti d'arredo: arredano con la forma e arredano con la fonte luminosa, dando un tocco ricercato all'ambiente.
 
 
 
 
 
 
Un consiglio: per scegliere il tipo di illuminazione più adatto ai vostri spazi, affidatevi ad un sito internet leader nella vendita di illuminazione online. Su www.cristalensi.it trovate una scelta infinita di lampade e prodotti per l'illuminazione, un'ottima soluzione a portata di click.

 
 
 

15/01/16

DESIGN HOTEL: Mirtillo Rosso Family Hotel


Mirtillo rosso è Rudolf, la renna di Babbo Natale col naso rosso ed ora è anche un hotel, un hotel di design. Tipico stile alpino riletto in chiave contemporanea. Bello, accogliente e soprattutto a misura di famiglia.  Piace ai genitori perché ha tutti i comfort che si possono desiderare in un albergo - SPA compresa - e piace ai bambini perché ha spazi e personale interamente dedicati al gioco e al divertimento.
 
Il plus dell'hotel? L'atmosfera... magia pura! La magia del Natale che ha ispirato il progetto di questo hotel e che proprio in questo hotel si può rivivere tutto l'anno. Luci, addobbi, regali, ma soprattutto gioia e allegria, riempiono di calore questo hotel e rendono indimenticabile l'esperienza vissuta.
 
Inserito nella magnifica cornice della Valsesia e del Monterosa, Mirtillo Rosso Family Hotel è sicuramente un luogo speciale da visitare e vivere con la propria famiglia.         
 
 





11/01/16

COME SCEGLIERE IL DIVANO. Caratteristiche e dettagli per individuare il divano perfetto.

Come scegliere il divano

Come deve essere il vostro divano perfetto? E' una scelta accurata quella del divano... è uno degli elementi d'arredo più importanti della casa e va selezionato con cura ed attenzione. Oltre all'aspetto estetico - determinante perché definisce lo stile del living, visto che ha una presenza abbastanza ingombrante e non è certo un dettaglio che passa inosservato - è necessario valutarne con attenzione i dettagli, diciamo più tecnici: composizione e resistenza della struttura, morbidezza, comodità, dimensioni e rivestimento.
A proposito di rivestimento, preferite pelle o tessuto?  Un divano in tessuto è bello ed avvolgente,  sfoderandosi completamente poi , tutto il rivestimento si lava e torna come nuovo; dopo un po' si può anche pensare di cambiare il rivestimento e rinnovare così l'intero stile del living... per contro però è abbastanza scomodo il fatto di doverlo sfoderare tutto ogni volta per lavarlo. La pelle invece è più pratica sotto questo aspetto; risulta poi molto elegante e raffinata a prima vista, anche se non sempre avvolgente al tatto quanto il tessuto.

I punti fondamentali nella scelta di un divano restano comunque sempre forma e dimensione. Dipende molto dallo spazio che si ha a disposizione ma tra i divani contemporanei sicuramente la scelta ricade spesso sulle forme pulite e lineari e  di solito sulla composizione a elle, se lo spazio lo consente, che risulta la più comoda e conviviale. La versione ad elle con angolo aperto poi è ancora più versatile: una o due sedute senza schienale creano alternanza di spazi vuoti e pieni, danno più respiro all'area living, mantenendo un design lineare ed essenziale.
 
Dettaglio interessante a livello strutturale è la presenza sul mercato oggi di divani modulari, composti da elementi singoli, componibili, che permettono una completa personalizzazione. La forma viene così scelta in base alle proprie esigenze, senza dover per forza adattare composizioni standard e soprattutto si può cambiare e rinnovare in qualunque momento.

Un esempio? Il nuovo modello Urban di Ditre Italia che, come mostrano le immagini, coniuga comfort, design e versatilità.

Come scegliere il divano

Come scegliere il divano

Come scegliere il divano
 
Come scegliere il divano

Come scegliere il divano
 

04/01/16

NORDIC INSPIRATION

 

Posso iniziare l'anno nuovo con il mio stile preferito?
Qualcosa ( le statistiche :-)) mi dice che lo è anche per la maggior parte di voi, mie carissime lettrici, vero?
Lo stile nordico così semplice, così minimal, così accogliente... rimane ancora la miglior fonte d'ispirazione che dà un sacco di soddisfazioni, non stanca mai e riesce sempre a stupire con qualche dettaglio insolito dettaglio da copiare.
Ecco allora un piccolo appartamento a Göteborg con una grande personalità. Un bilocale con cucina, bagno e living che fa anche da camera da letto. Una zona living con doppio uso quindi, ma talmente ben arredata che non si nota nemmeno, tutto risulta ben armonioso e molto pratico e comodo da vivere. Oltre ai dettagli pratici ci sono anche alcuni espetti estetici degni di nota, come i pezzi d'arredo neri (tavolini, lampade e scaffali) che danno un tocco deciso sulla sfondo chiaro che caratterizza tutti gli interni.
Da notare poi come sono posizionati i quadri alle pareti, le piante grasse alle finestre, le coperte sulle sedute, gli accessori in cucina... Tutto preciso e ben abbinato che dimostra come sia possibile creare uno stile unico partendo da arredi semplici e non per forza molto costosi. Ci vuole gusto nella scelta, stile negli abbinamenti e un po' di creatività che conferisce quell'effetto di unicità proprio di questo tipo d'interni.
 


 
 
 
 
Via

02/01/16

HOMETROTTER, il blog e i buoni propositi per il 2016.

Hometrotter 2016

 
Una moodboard per tirare le somme di questo anno 2015 che si è appena concluso...  poche ma rappresentative immagini di ciò che è Hometrotter, degli argomenti che tratta e dei gusti che ha. I capisaldi restano invariati e ben definiti: home decor, arredamento, interior design e qualche cenno di architettura. Intorno ad essi si sviluppano poi molti argomenti correlati come: la rubrica Fashion@home  che identifica i marchi di moda più trendy che hanno anche una collezione home; oppure  100% design che attribuisce il bollino di riconoscimento " +" al prodotto di design che per caratteristiche estetiche e funzionali corrisponde ai nostri canoni di gusto e di utilizzo. E poi, illuminazione, tessuti, table setting ... gli argomeniti sono veramente infiniti: seguono le mode, le stagioni ed i principali appuntamemti di design nazionali ed internazionali alla scoperta delle nuove tendenze; ma possono essere anche personalizzati,  su vostra specifica richiesta Hometrotter si documenta e confeziona post ad och per rispondere a domande d'ispirazione concrete.
 
Insomma questo è stato Hometrotter fino ad ora e così continuerà anche nel 2016, impegnandosi ed aggiornandosi sempre più per assicurare una moderna, giovane e anche un po' simpatica dose d'ispirazione quotidiana. 
 
Buon 2016 a tutti!

31/12/15

COME DECORARE LA TAVOLA PER IL CENONE.

 
Cenone
 
E dopo la tavola di Natale non potevo esimermi dal proporvi un'altra idea per decorare la tavola dell'ultimo dell'anno!
Uno stile decisamente più minimal rispetto al sontuoso decor natalizio di Ralph Lauren proposto nel precendete post... questa volta niente fronzoli solo total white, trasparenze e speciali effetti di luce.
 
La tovaglia è un candido tessuto in lino con solo un linearissimo profilo a punto giorno che definisce il bordo; i tovaglioli sono identici, perfettamente abbinati, mentre le posate, in acciaio dalla forma moderna e squadrata, sono in netto contrasto con il prezioso dettaglio dorato presente su ogni piatto, piatti che fanno parte di un servizio Richard Ginori originale vintage preso in prestito dalla nonna.
Successo assicurato con un servizio di piatti di questo genere, tutti lo noteranno e vi faranno i complimenti, ma ne apprezzeranno anche l'insolito abbinamento con il resto della tavola, molto semplice.
Infine il dettaglio di stile: invece del classico cesto del pane, per portare in tavola i grissini usate dei vasi cilindrici in vetro  (quelli del set Cylinder di Ikea, per esempio).
E gli effetti di luce? Tutto merito delle lampade Battery (di Kartell), abat-jour ricaricabili col cappello trasparente e la superficie sfaccettata che garantisce spettacolari giochi di luce. 
 
Che ve ne pare? Vi piace come idea per il Cenone? In realtà è una decorazione talmente neutra che può andare bene per qualsiasi occasione, non per forza solo per le feste comandate!
 
 
Cenone

Cenone
 
Cenone
 
 
Cenone.

photo credit: Hometrotter