30/01/14

HOUSE TOUR: a white stylish apartment

 
Cosa ci aspetta dietro questa porta? Un bellissimo appartamento luminoso e molto stiloso.
Forza entriamo a curiosare... Cominciamo dal pavimento: un parquet in legno verniciato bianco che è una meraviglia. E gli arredi? giusto il minimo indispensabile, pochi elementi scelti con  attenzione  per il loro gran carattere: pezzi vintage abbinati ad altri più comuni per mantenere un tono generale molto semplice e sobrio.
 
La luce del sole che fa capolino dalle ampie finestre, riflettendosi sul total white delle pareti e inondando così l'ambiente di una luce infinita... fa decisamente la sua parte, rendendo tutto molto speciale! Get inspired**
 







27/01/14

MUUTO FURNITURE


E' da un po' che non parliamo di design scandinavo... recuperiamo subito!
Cosa ne pensate dei mobili di Muuto? Ho sempre apprezzato Muuto per i suoi accessori, i complementi d'arredo e le sue lampade, ma non lo identificavo propriamente come produttore di mobili. Invece... ultimamente ero alla ricerca di un nuovo divano, qualcosa di moderno, dal design pulito ed essenziale, ma soprattutto componibile e personalizzabile ed ecco che ho scoperto la collezione di Muuto che tra l'altro corrisponde proprio al mio gusto ed alle mie esigenze ( ecco, l'ho ammesso, stavolta mi sono sbilanciata! ). 
 
La collezione Muuto Furniture ovviamente non è solo divani, ma anche tavoli, sedie, mobili e librerie, come vedete in queste immagini. Non male vero?
 
Il design di Muuto coniuga tradizione scandinava e nuove prospettive, ed è questa l'originalità che colpisce. Non a caso il nome Muuto s'ispira al termine finlandese muutos che vuol dire "nuove prospettive"; ispiriamoci anche noi guardando la collezione da questo punto di vista e coglieremo sicuramente più dettagli e apprezzeremo ancora di più la purezza e l'unicità del design scandinavo. 
 



 

 

24/01/14

COME ARREDARE LA CUCINA


Come preferite la cucina? Meglio definirla in uno spazio chiuso e separato dal resto della casa  o  piuttosto aperta e ben integrata col living?
E' una scelta molto personale, dipende dalle abitudini e dai gusti di ognuno; oggettivamente i pro e i contro  si equivalgono abbastanza, nel senso che gli aspetti positivi di una cucina chiusa sono parecchi: non si diffondono gli odori, si nasconde il disordine, i momenti del pasto restano privati, raccolti e non si mostra agli ospiti uno spazio che anche se ben arredato e curato rimane pur sempre un locale tecnico e di servizio. Per contro, anche la cucina open presenta numerosi aspetti positivi, primo fra tutti la convivialità,: favorisce decisamente la comunicazione  tra i vari membri della famiglia o gli eventuali ospiti; permette di creare un grande ambiente spazioso, luminoso e sicuramente rappresenta una chiave di lettura moderna, probabilmente più adatta ai ritmi di vita attuali.
Come spesso accade la via di mezzo é la soluzione migliore. Forse anche in questo caso.... Guardate ad esempio questo ambiente progettato dall'architetto Simone Cecconi: la cucina è si aperta sulla zona giorno, ma divisa da un'imponente quinta che scherma, delimita gli spazi e contemporaneamente è di grande utilità perché ospita il camino e fa da supporto per la televisione.
Grande effetto estetico e funzionale... get inspired!





20/01/14

LONDON PENTHOUSE


London calling. In un edificio industriale di epoca vittoriana, lo studio d'architettura Sirs ha messo mano all'ultimo piano realizzando una spettacolare penthouse. Enormi vetrate illuminano un moderno open space che ha conservato tutta la sua affascinante origine industriale. I pilastri in ferro verniciato bianco ne lasciano evidente traccia.

Definirlo appartamento sembra riduttivo, ma di fatto questo è! Meglio: lussuoso attico dal design prezioso e ricercato; gli si addice decisamente di più.
 
Riconoscete elementi di vostro gusto tra gli arredi? C'è un bel mix che coniuga essenzialità ed eleganza, che abbina dettagli semplici ad indiscussi must del design internazionale, che sprigiona forte personalità. Vi ispira?







 via


16/01/14

INSPIRING RENOVATION: CHATEAU D'EAU

 
 
Avete mai pensato di andare ad abitare in una vecchia torre idrica? Neanche dopo aver visto A tall house of water, pubblicato qualche tempo fa? La vostra fantasia non ha mai osato tanto? Qualcuno invece ci ha pensato ed ora ci abita veramente.
 
Me la sono trovata davanti ieri uscendo dall’aeroporto di Bruxelles, questa torre idrica dei primi del ‘900 che ora è diventata l’abitazione di una famiglia decisamente all’avanguardia; mi ha talmente colpito che non ho potuto fare a meno di approfondire… ho trovato delle bellissime foto, che ve ne pare?
 
 
 

6 piani per 30 m. d'altezza: i primi dedicati ad ambienti di servizio – garage, lavanderia e locale tecnico, ufficio – gli altri puramente abitativi, e ci mancherebbe altro… più sali e più la vista è mozzafiato! Lasciatemi dire che col paesaggio esterno centra poco, forse è proprio per quello che colpisce; non ha terreno, si sviluppa completamente in altezza (d’altronde è una torre no?!), intorno ha, da un lato un agglomerato di case basse, tipiche da paesaggio belga, e dall’altro solo campi e la pista dell’aeroporto.
Gli interni sono molto minimal e moderni: pochi colori, pochi mobili, ma tante scale!
Per informazione la torre risale al 1938, mentre la ristrutturazione, curata interamente dallo studio Bahm Design, ha avuto inizio nel 2008.


 
 

13/01/14

DESIGN HOTEL: Le Royal Monceau, Paris.

 
Decorazione perfetta, ricercata in ogni piccolo dettaglio; non manca proprio nulla, tanto che non sembrano proprio suite d'hotel ma piuttosto appartamenti, ricchi di arredi ed accessori, utili e a volte anche un po' stravaganti (come l'onnipresente chitarra acustica per riscoprire doti musicali nascoste); veri e propri ambienti da vivere. Per questo il Royal Monceau, uno dei migliori hotel di Parigi, è rinomato ed apprezzato.   
 
Interior design che ricalca praticamente ovunque lo stile anni '40 e '50, tranne nelle suite presidenziali dove invece è stato ricreato l'autentico stile parigino d'inizio secolo, con ampi spazi, materiali pregiati, decori preziosi e arredi ricercati.
 
Ogni ambiente è un perfetto mix di eleganza, arte e tecnologia capace di soddisfare il viaggiatore più esigente ma anche d'ispirare l'appassionato più attento e curioso. Ed infatti... Home-trotter rimane incantato davanti a cotanta bellezza e non può fare a meno di condividerla.









09/01/14

ALPINE STYLE : luxury chalet in Courchevel


Sprofondare in questi pouf lanosi davanti al camino acceso e guardare fuori dalla finestra il panorama innevato... non male come quadretto!
Bianchi tessuti caldi per sedute, tende e tappeti spiccano in un ricercato ambiente total wood creando un  incantevole stile alpino, classico ma pacatamente contemporaneo.

E' da sogno questo chalet, come è da sogno la location: Courchevel 1850, una delle mete di montagna più trendy... get inspired**







via